PLAY OFF LBF. Schio batte Ragusa al PalaMinardi e la porta a gara 3

Mariella Santucci in attacco

Sarà necessaria gara3 per decretare quale tra Ragusa e Schio sarà la squadra che conquisterà la finale scudetto. Dopo essere passata sull’1-0 infatti, Ragusa non è riuscita a chiudere i conti in casa e ora si giocherà la bella, in programma domenica in terra veneta. Partita intensa, in cui le due squadre hanno lottato e non si sono risparmiate su ogni pallone. Schio è stata a lungo avanti nel punteggio dando sempre l’impressione di potere piazzare la zampata decisiva che però non è praticamente mai arrivata, perché la Passalacqua è stata sempre lì, a tenere vivo l’incontro. Alla fine il tabellone luminoso segnava 64-71 e tutto rimandato a domenica pomeriggio per gli ultimi 40 minuti da dentro o fuori. “Non abbiamo fatto la migliore difesa di tutta la stagione – commenta coach Gianni Recupido – diciamo che a Schio abbiamo difeso meglio di oggi; soprattutto nei primi due quarti ci sono stati tanti canestri su distrazione individuale e non di sistema e poca aggressività. Certo, alla fine ogni allenatore vorrebbe sempre la partita perfetta, ma purtroppo si gioca sempre con avversari, e che avversari in questo caso. Abbiamo lottato e questo è un merito: ci portiamo le cose buone che abbiamo fatto. Resettiamo, andiamo a cercare un’altra impresa a Schio. Ce la rigiochiamo e in fondo è come se tutto cominciasse proprio domenica”.

Passalacqua Ragusa – Famila Wuber Schio 64 – 71 (13-17, 37-41, 53-58, 64-71)
PASSALACQUA RAGUSA: Chessari NE, Romeo* 9 (0/1, 3/7), Kacerik*, Bucchieri NE, Spinelli, Tumeo NE, Santucci 11 (2/5, 2/3), Hebard* 6 (3/6 da 2), Taylor* 18 (7/12, 0/1), Ostarello 3 (1/2 da 3), Sammartino NE, Kuier* 17 (4/5, 3/5)
Allenatore: Recupido G.
Tiri da 2: 16/30 – Tiri da 3: 9/20 – Tiri Liberi: 5/12 – Rimbalzi: 25 4+21 (Taylor 6) – Assist: 14 (Santucci 5) – Palle Recuperate: 8 (Santucci 3) – Palle Perse: 16 (Romeo 6) – Cinque Falli: Santucci
FAMILA WUBER SCHIO: Del Pero NE, Mestdagh* 13 (1/3, 3/5), Sottana 5 (0/2, 1/6), Gruda* 7 (3/13 da 2), Verona 2 (1/1 da 2), Crippa, Andre’ 16 (8/10 da 2), Dotto* 10 (4/6, 0/1), Keys* 6 (2/2 da 2), Laksa* 12 (3/5, 2/7)
Allenatore: Dikaioulakos G.
Tiri da 2: 22/42 – Tiri da 3: 6/19 – Tiri Liberi: 9/11 – Rimbalzi: 38 13+25 (Gruda 13) – Assist: 15 (Sottana 4) – Palle Recuperate: 9 (Crippa 2) – Palle Perse: 16 (Andre’ 4)
Arbitri: Caforio A., Morassutti A., Bettini C.

Virtus Segafredo Bologna – Umana Reyer Venezia 65 – 36 (18-10, 40-23, 56-27, 65-36)
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Sagerer 8 (1/4, 2/3), Pasa 9 (3/5, 1/1), Tassinari 5 (0/1, 0/2), Tava, Barberis* 8 (1/2, 1/3), Laterza NE, Dojkic* 5 (0/6, 1/3), Battisodo 7 (2/5, 1/2), Turner* 10 (5/8 da 2), Zandalasini* 11 (4/8, 1/6), Cinili* 2 (1/2, 0/3)
Allenatore: Lardo L.
Tiri da 2: 17/42 – Tiri da 3: 7/23 – Tiri Liberi: 10/15 – Rimbalzi: 53 14+39 (Zandalasini 12) – Assist: 14 (Dojkic 3) – Palle Recuperate: 8 (Cinili 3) – Palle Perse: 9 (Sagerer 3)
UMANA REYER VENEZIA: Bestagno* 4 (1/6, 0/1), Carangelo, Thornton* 6 (2/5, 0/3), Anderson* 10 (2/8, 1/2), Madera 5 (1/6, 1/3), Matteucci NE, Smorto, Attura* 4 (2/6, 0/4), Penna, Ndour Gueye* 7 (3/14, 0/1)
Allenatore: Mazzon A.
Tiri da 2: 11/45 – Tiri da 3: 2/18 – Tiri Liberi: 8/14 – Rimbalzi: 43 14+29 (Bestagno 9) – Assist: 5 (Thornton 2) – Palle Recuperate: 7 (Thornton 2) – Palle Perse: 14 (Carangelo 3)
Arbitri: Wassermann S., Costa A., Frosolini I.