Ragusa, passione senza condizioni: i tifosi abbracciano la nuova Passalacqua

E’ ripartita la stagione della Passalacqua Spedizioni Ragusa. Ai nastri di partenza è il terzo anno di militanza in A1 e soprattutto la terza stagione da promettente protagonista del campionato. Protagonista ma soprattutto favorita. Perché Schio, Venezia e Napoli permettendo, la Passalacqua Spedizioni di quest’anno ha come scopo quello di arrivare dove una squadra siciliana non arriva dal 2000 e battendo proprio Schio: ovvero conquistare lo scudetto. Sarebbe il primo titolo di campione italiano della società del presidente Gianstefano Passalacqua. Nessuno pronuncia la fatidica parola, ma è chiaro che l’obiettivo, specialmente a seguito di un’ultima stagione passata in testa alla classifica della regolar season, sia quello massimo.

E’ chiaro che vogliamo vincere, come ogni anno – spiega alla stampa il confermatissimo coach Nino Molinolo vogliono chiaramente anche le altre squadre e per questo non sarà facile, ma ce la metteremo tutta per ripetere le ultime due stagioni. Con un pizzico di fortuna – continua l’allenatore siciliano – potremmo anche portare a casa un grande risultato”. Ragusa si è rinforzata. “Abbiamo lavorato per migliorare la squadra dello scorso anno – ha dichiarato il presidente della Passalacqua Spedizioni Gianstefano Passalacquae credo che la squadra quest’anno sia migliore. Voglio però vederla sul campo”.

Camille Lyttle e Rebekkah Brunson arriveranno in Sicilia non prima della fine di settembre, o addirittura ottobre, ma la società confida completamente nel loro valore. “Le straniere che ci sono arrivate sono di prima qualità – evidenzia coach Molino – Brunson con Minnesota è in testa alla sua conference, Lyttle con Connecticut è fuori dai giochi, ma con loro siamo più competitivi. Tutto dipenderà comunque dal corso della stagione, questo sarà un campionato un po’ più difficile, specialmente al vertice, perché mi sembra che Schio, Venezia e Napoli si siano rafforzate”.

A non temere previsioni di sorta sono invece i tifosi di Ragusa. Come accaduto in piena estate, per la presentazione delle new entry Chiara Consolini e Monique Ngo Ndjock, in circa 200 si sono presentati al Palaminardi (stavolta quando le porte del palazzetto non erano neppure state aperte) per salutare la nuova squadra. L’affetto che i supporter mostrano ormai costantemente alle ragazze che vestono biancoverde rappresenta un piccolo patrimonio per la società ragusana. Una risorsa da non disperdere per alcun motivo. A salutare i sostenitori arrivati al Palaminardi è stata la neo capitano Jenifer Nadalin. “Non sarà facile sostituire Paola (Mauriello) – esordisce l’atleta italo-canedese commentando il la nomina a capitano -. Sono comunque molto orgogliosa di questa squadra e non credo quest’anno accadrà quello che di più brutto è successo negli ultimi secondi della finale della scorsa stagione. I nostri tifosi sono davvero strepitosi”.

A guidare il primo giorno di lavoro in campo è stato il nuovo preparatore atletico della società ragusana, Paolo Modica. Il lavoro fisico caratterizzerà la prima parte della preparazione, poi la Passalacqua Spedizioni ospiterà per tre giorni un torneo amichevole a cui prenderanno parte Verga Palermo, Battipaglia e Orvieto. Successivamente sarà la volta del primo scontro ufficiale della stagione, cioè la Supercoppa Italiana. Contesa ancora una volta con il Famila Schio.