SERIE B PLAYOUT. Green Palermo, Giancarli introduce gara 1 contro Pozzuoli. Primo match al PalaMangano

La squadra di Priulla si gioca la permanenza in serie B in una serie al meglio delle cinque gare: vietato fallire, già da domani sera.

La coreografia degli Ultras del Green Basket Palermo

Archiviata la regular season con un tredicesimo posto e 18 punti totalizzati, il Green Basket di Flavio Priulla si appresta a disputare gli spareggi per restare in serie B. Proprio come la scorsa stagione saranno, dunque, playout. Al cospetto dei biancoverdi ci sarà la Virtus Pozzuoli, che ha concluso il campionato a quattro lunghezze di distanza dal Green, grazie a 7 vittorie. Un roster che i palermitani conoscono bene (due vittorie su altrettanti incontro per il Green in regular season) e che non dovranno assolutamente sottovalutare. La squadra di Flavio Priulla ripartirà dalle buone prestazioni, sul piano del gioco, registrate nelle ultime uscite nella speranza che possa bastare per aggiudicarsi i playout.

“Sarà una serie durissima in cui faranno la differenza i dettagli, la concentrazione, la voglia di portare a casa un solo risultato – ha detto Marco Giancarli, intervistato alla vigilia del primo atto della serie playout –  e la bravura nel ricaricare le pile in una periodo in cui si giocherà in maniera ravvicinata. Abbiamo due partite consecutive in casa, dobbiamo vincerle e mettergli pressione, per poi provare a chiudere la serie in casa loro e dar corso al nostro processo di crescita!”.

LA FORMULA

La formula dei playout prevede che risultino vincitrici le squadre che vincono tre gare su cinque, le compagini sconfitte retrocedono direttamente. Tuttavia, è anche previsto che tra le due vincenti delle serie, si salvi direttamente soltanto quella piazzatasi meglio in classifica al termine della stagione regolare (il Green, da tredicesimo, è secondo nella griglia dietro a Valmontone). La peggiore vincente dei playout andrà infatti a disputare un mini-torneo a quattro (le altre tre sono le peggiori vincenti degli altri gironi) che vedrà le protagoniste sfidarsi in un match secco: chi vincerà sarà salvo, chi verrà sconfitto invece affronterà l’altra squadra battuta, sempre in un match unico. La vincente di questo ulteriore incontro sarà salva, la squadra perdente sarà l’altra retrocessa.

Il Green giocherà le prime due gare in casa, poi le successive due si giocheranno al PalaErrico di Pozzuoli, prima di tornare in gara 5 ancora al Palamangano per l’eventuale “match-point”.

Si ricorda che l’abbonamento non sarà valido in occasione delle suddette gare, considerando che la campagna prevedeva la possibilità di assistere ai match casalinghi soltanto per la regular season. Pertanto, chiunque volesse assistere agli incontri che si terranno al PalaMangano dovrà acquistare il ticket al costo unitario di 5 euro.

L’INIZIATIVA

In occasione di Gara 1 e Gara 2 andrà in scena l’iniziativa #VieniTifaDona, nata da un’idea di Andrea Scancarello con la collaborazione di Stefania Vaghi e Gaetano Cucchiara. Gli spettatori sono invitati a portare al palazzetto indumenti da basket: canotte, magliette, borsoni, pantaloncini, scarpe, palloni. Saranno tutti preziosi regali per chi, dall’altro capo del mondo, ha ben pochi motivi per sorridere. Ad aiutare il Green nella distribuzione ci sarà la Slums Dunk Onlus di Bruno Cerella e Tommaso Marino, un’associazione che da anni opera in Africa con lo scopo di diffondere la pallacanestro ed i valori dello sport tra i ragazzi delle baraccopoli.

La partita sarà visibile anche in diretta streaming sulla pagina Facebook del Green Basket Palermo e sui canali della piattaforma Feel Rouge TV. Telecronaca affidata a Gaetano Cucchiara. Palla a due alle ore 19.00, dirigeranno il match i signori Francesco Venturini di Lucca e Gian Lorenzo Miniati di San Giovanni Valdarno. Tutti uniti per il primo match dei playout: servirà una spinta decisiva da parte del pubblico per indirizzare la serie verso il binario biancoverde.