Sicily By Car Palermo Basket ingaggia Ronni Williams. In squadra risolte le prassi per il visto

La formazione siciliane chiude il mercato ingaggiando la terza straniera

Ronni Williams

La Sicily By Car Palermo Basket chiude il mercato estivo: arriva l’ala americana Ronni Williams, che chiude dunque il terzetto di straniere a disposizione di coach Santino Coppa.

Dopo le già annunciate Markeisha Gatling e Laia Flores Costa, la formazione palermitana si assicura un’altra giocatrice di buonissimo valore. Classe ’95 di Daytona Beach (Florida), Williams si mette in luce sin da giovanissima: “Showtime”, questo il suo soprannome sin da ragazzina, attira ben presto le attenzioni dell’Università di Florida. Coi “Gators” gioca quattro anni in assoluto crescendo: il suo 2017 è eccezionale, 19.2 punti e 7.8 rimbalzi di media e la nomina nel quintetto ideale della Southeast Conference (SEC). Il 29 gennaio, contro Vanderbilt, segna 43 punti con 14 rimbalzi, 4 recuperi e 3 assist: la prima giocatrice della SEC a realizzare una partita del genere dal 2003 in poi, e la terza miglior prestazione realizzative nella storia dell’Università di Florida. Nello stesso anno viene selezionata dalle Indiana Fever con la ventiduesima scelta assoluta al draft WNBA: la sua esperienza col massimo campionato americano dura però soltanto il prestagione.

Da lì inizia una carriera da giramondo: in Argentina gioca 13 partite, vince il campionato e chiude con  15.6 punti (quarta assoluta) e 10.1 rimbalzi (terza). Nella stagione 2018/2019 per 22 partite complessive è al Belfius Namur, in Belgio: 16.2 punti nel campionato belga (quarta scorer del torneo), 15.9 punti di media in Eurocup. Dopo un periodo di stop riprende a giocare a inizio 2019, in Brasile con l’Uninassau: sette partite, 17.3 punti e 9.3 rimbalzi.

Le sue prime parole per definirsi sono semplici e arrivano dritto al punto: “Come mi descriverei? Sono una “slasher””. Effettivamente il termine, che negli USA indica le giocatrici forti nell’attaccare il canestro, rivela le sue caratteristiche peculiari dell’ala: micidiale in partenza in palleggio, ha un motore e un tasso d’attività incredibile a tutto campo, e si trova a suo agio a segnare anche subendo contatti. Sulle sue esperienze precedenti in confronto all’Italia, Ronni non vede particolari differenze: “Credo che andrò a incontrare relativamente poche differenze, e un livello molto simile in quanto a competizione rispetto agli altri paesi dove ho giocato”. Le aspettative, di squadra soprattutto, sono importanti: «Vorrei che legassimo tanto e ci unissimo come squadra, che giocassimo al massimo che possiamo fare insieme, costruire una chimica di squadra il più forte possibile, in modo da poter andare il più avanti possibile e, se Dio vuole, vincere!”. L’Italia, come per tante straniere, ha un fascino particolare quando si parla del lato “extra-campo”: “Il vero cibo italiano ovviamente m’incuriosisce (ride), ma mi aspetto anche di scoprire la cultura e differenti posti d’Italia”.

Williams raggiungerà la squadra nel precampionato appena sbloccate le formalità relative al visto, che hanno fatto slittare di qualche giorno anche l’arrivo in Italia della pivot Markeisha Gatling. Sarà allora che il roster di Sicily By Car Palermo Basket sarà completo e pronto a cominciare la stagione 2019/2020.