Virtus Trapani, trasferta negativa contro il Gruppo Zenith Messina

Buono lotta sotto canestro (Gruppo Zenith Messina)
Buono lotta sotto canestro (Gruppo Zenith Messina)

Vista da Trapani

Netta sconfitta per la Virtus Trapani in casa della capolista Zenith Messina che si è aggiudicata con merito l’incontro facendo leva su di un organico di giocatori esperti e con trascorsi in categorie superiori, nell’incontro valido per l’ottava giornata del campionato di serie D regionale.

La giovane formazione trapanese, ancora una volta presentatasi in formazione largamente rimaneggiata, nulla ha potuto contro lo strapotere fisico e tecnico della squadra peloritana che ha letteralmente dominato nella lotta sotto canestro (37 rimbalzi contro 17 dei trapanesi).

L’ approccio alla gara è stato dei peggiori per i ragazzi di coach Genovese che hanno subito un parziale di 10-0 con numerose palle perse che innescavano il contropiede dei messinesi. Neanche il cambio di difesa (da uomo a zona 2-3) ordinato da coach Genovese sortiva gli effetti sperati con la Zenith Messina che andava all’intervallo lungo con un vantaggio superiore ai 20 punti sul 46-22.

Nella seconda parte di gara la Virtus provava a reagire difendendo con maggiore energia ed intensità costringendo la squadra di casa a realizzare appena 11 punti nel terzo quarto che si chiudeva sul 57-38 ma il tentativo di rimonta si spegneva durante l’ultimo quarto per l’uscita per 5 falli di alcuni importanti giocatori della Virtus e per la stanchezza accumulata nel tentativo di rimonta con una panchina molto corta (solo 9 a referto) per le numerose assenze.

Si chiudeva sul 74-55 per i padroni di casa, con una sconfitta largamente preventivata per i trapanesi contro la capolista imbattuta del campionato, anche se rimane il rammarico di aver regalato i primi due quarti ai messinesi senza opporre resistenza.

Tra i singoli in evidenza Buono con 24 e Mazzu‘ con 21 punti che sono stati i migliori realizzatori per i padroni di casa, per la Virtus buona la prestazione di Simone Asta che ha chiuso con 20 punti segnati e 8 falli subiti.

L’auspicio per la squadra trapanese è quello di recuperare in fretta tutti gli indisponibili per la delicata trasferta di domenica prossima a Marsala con cui si chiuderà il girone d’andata.

Vista da Messina

Calderazzo al tiro
Calderazzo al tiro

Il Gruppo Zenith Messina torna a sorridere, dopo la sconfitta subita sette giorni prima ad Alcamo, al termine di una gara dominata nei primi 20 minuti. Al PalaTracuzzi ospiti della squadra peloritana i trapanesi della Virtus allenati da Giacomo Genovese.

Senza Soldatesca influenzato ed Adorno non ancora pronto, Baldaro si affida a Presti, Carnazza, Buono, Mazzù e Trimarchi. Anche la Virtus Trapani conta qualche assenza importante, infatti Genovese, che deve rinunciare a Gaspare Asta e Perrone, manda sul parquet Simone Asta, Genovese, D. Schifano, Campo e V. Schifano.

La voglia di ritorno al successo dei messinesi si nota fin dalle prime battute, Buono fa la parte del leone realizzando i primi 13 punti del 17-4 confezionato dagli “Scolari”. Coach Genovese si fa sentire dai suoi ragazzi, ma il Gruppo Zenith Messina appare molto deciso, Trimarchi e Presti allungano fino al +17 (21-4). Nel finale del parziale, si fanno notare gli ospiti, Simone Asta mette cinque punti consecutivi, vanno a segno anche Licari e Campo, ma dall’altra parte sono Mazzù e Trimarchi a fissare il punteggio sul 26-11 al 10’. Nel secondo parziale continua il monologo dei messinesi, Presti, Mazzù e Carnazza griffano un break di 8-2 per il +21 (34-13). La tripla di Licari ed il canestro di Asta riavvicinano la Virtus, (34-18). Ma è solo un accenno di reazione perché con un nuovo break di 12-2, Buono e soci raggiungono il massimo vantaggio sul +26 (46-20). Il canestro di Campo chiude il primo tempo sul 46-22.

Nel secondo tempo la Virtus Trapani, spronata dal suo coach, appare più aggressiva, dall’altra parte il cospicuo vantaggio accumulato appaga la squadra di Baldaro. Sul campo tutto questo di traduce in un parziale di 9-2 per gli ospiti che risalgono fino al -17 (48-31) al 25’. Baldaro richiama i suoi, nel finale del terzo periodo torna l’equilibrio sul parquet, Carnazza, Mazzù e Buono rispondono alle sortite di Campo e Genovese. Alla mezzora il tabellone recita 57-38. L’ultimo quarto inizia con la tripla di Buono che così raggiunge quota 23. Il bel canestro in reverse di Mazzù regala il +25 (66-41) al Gruppo Zenith Messina e Baldaro da spazio agli under. Trapani prova a risalire la china, Asta e V. Schifano firmano un break di 14-4 che riduce lo svantaggio ospite a -14 (69-55). Il match si chiude con i cinque punti consecutivi tutti dalla lunetta di Carnazza e Buono che fissano il risultato sul 74-55.

Il settimo successo in campionato vale anche l’imbattibilità interna del 2015 per la squadra di Baldaro che ha mandato in doppia cifra Buono (24 punti), Mazzù (21) e Trimarchi (14). Per la Virtus in evidenza Simone Asta, autore di 20 punti, in doppia cifra anche  Campo (11).

Il Gruppo Zenith Messina affronterà sabato prossimo l’ultima trasferta del 2015 in casa dell’Or.Sa. Ottica Gentile Barcellona, una gara difficile su un campo ancora imbattuto.

Gruppo Zenith Messina – Virtus Trapani 74-55 (26-11; 46-22; 57-38)

Gruppo Zenith Messina: Buono 24, Mazzu’ 21, Trimarchi 14, Carnazza 9, Presti 4, Calderazzo 2, De Domenico 0, De Salvo 0, Messina 0, Adorno n.e.; All. Baldaro

VIRTUS TRAPANI: Campo 11, Schifano V. 7, Genovese 9, Asta Simone 20, Licari 8, Messina 0, Xhilone 0, Palermo 0, Schifano D. 0; All. Genovese.

Arbitri: Buscema e Puglisi

Note: rimbalzi Zenith 37 (30+7), Virtus Trapani 17 (15+2), tiri liberi Zenith 14/24 (58,3%) Virtus 8/11 (72,7%)