Agrigento cede a Casale 81-88, Ciani: “Il nostro atteggiamento difensivo non mi è piaciuto”

Agrigento - Casale
Marco Evangelisti

I rossoblu, dopo un avvio difficile e una partita equilibrata, s’impongono 81-88 con 5 giocatori in doppia cifra. Domenica si torna in casa con Scafati

Guariglia apre la partita piazzando il break iniziale di 5-0 a favore dei siciliani, ma dall’altra parte ecco arrivare la tripla di Pinkins; Agrigento prova a premere sull’acceleratore con due triple consecutive portandosi così sull’11-3 e coach Ferrari chiama subito timeout. I rossoblu litigano con il ferro ma Pinkins conquista un viaggio in lunetta (2/2) e Martinoni vola poi a canestro appoggiando alla tabella mentre Pepper piazza la tripla del 13-10: i rossoblu provano a chiudersi in difesa ma Bell riesce a trovare il contropiede. Pinkins e Pepper accorciano ulteriormente e Cesana piazza il sorpasso (15-17), Evangelisti risponde prontamente con una nuova tripla ma c’è ancora Cesana; Agrigento impatta ancora e l’ultimo periodo termina 20-20

Le triple di Valentini e Bell inaugurano il secondo quarto e dopo un momento di difficoltà per le due squadre, è Pepper a segnare il 23-26 seguito da Pinkins che risponde presente da sotto le plance e porta coach Ciani al timeout. I siciliani non demordono ma nella metà campo rossoblu arriva la tripla di Battistini (25-31) e poco dopo Musso non sbaglia dall’area; Guariglia è chirurgico dalla lunetta ed Evangelisti dalla media distanza, e sono ancora i siciliani a trovare la via del canestro per il 29-33. Martinoni realizza solo uno dei tiri a disposizione, ma subito dopo risponde immediatamente ad Evangelisti: la Novipiù stringe le maglie in difesa e Valentini non sbaglia allo scadere dei 24”. Guariglia realizza il 36-38 ma Martinoni non ci sta, mentre Evangelisti realizza dalla lunetta (2/2) seguito da Pinkins (1/2): i siciliani vanno ancora a segno dalla linea della carità e Bell chiude il secondo periodo 42-41.

Pepper inchioda il primo canestro del terzo quarto mentre Evangelisti realizza solo uno dei liberi a disposizione e Pinkins piazza la tripla del 43-46; i rossoblu alzano subito la difesa ma Ambrosin non sbaglia dalla linea della carità (2/2) mentre Martinoni risponde prontamente ad Evamgelisti. Agrigento non ci sta e torna in vantaggio (49-48) ma è ancora il Capitano rossoblu a trovare il fondo della retina per due volte consecutive dando la carica ai suoi mentre i suoi compagni buttano tutto quello che hanno in difesa; Guariglia non è preciso dalla lunetta (1/2) e ci pensa Denegri a realizzare altri due punti importantissimi per la Junior (50-54). Agrigento non si dà per vinta e trova il nuovo sorpasso ma la tripla di Valentini non si fa attendere e l’azione dopo appoggia con grande facilità da sotto le plance; Ambrosin realizza ancora dall’arco, Battistini non sbaglia dall’area e Musso insacca dai 6.75 metri chiudendo il quarto 61-64.

Continua sul filo dell’equilibrio quest’ultimo quarto con Pepper che prova ad aumentare il vantaggio rossoblu dalla lunetta per il 67-72: i rossoblu alzano ancora la difesa e Pinkins insacca dalla lunga distanza obbligando coach Ciani a fermare il gioco. I siciliani non mollano mai, ma Casale non ci sta e Musso trova due liberi importantissimi mentre Martinoni realizza la tripla del 70-80: Cannon non vuole mollare e la Novipiù non riesce a trovare la conclusione vincente ma tiene botta in difesa. Pepper appoggia facile al tabellone ma Bell non perdona e realizza il 75-82: Denegri realizza solo uno dei liberi a disposizione così come Bell (79-84). La Novipiù continua a vincere viaggi in lunetta con Denegri mentre Pepper non è da meno: finisce con una grande vittoria 81-88.

M RINNOVABILI FORTITUDO AGRIGENTO – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: 88-81 (20-20; 41-41; 61-64)

M RINNOVABILI AGRIGENTO: Bell 17, Cannon 11, Evangelisti 14, Cuffaro, Sousa 8, Quaglia, Ambrosin 13, Nicoloso ne, Guariglia 18, Trupia ne, Pepe, Fontana. All. Ciani

NOVIPIU’ CASALE: Musso 10, Valenitni 10, Cesana 6, Pepper 17, Denegri 6, Battistini 5, Martinoni 16, Pinkins 18, Cattapan, Giovara ne. All. Ferrari