AndrosBasket sul velluto all’esordio, Nico Basket battuto 75-52. Primi punti in A2 per Alice Caliò

DAL NOSTRO INVIATO – Esordio sul velluto per AndrosBasket Palermo, che apre il proprio campionato di A2 superando al Palamangano la Nico Basket Pistoia con il punteggio finale di 75-52, in una partita che di fatto non c’è mai stata e che è stata ravvivata da un finale equilibrato dovuto alle tante giovani mandate in campo da coach Coppa.

Iniziata con il minuto di silenzio in memoria di Antonio Concato (ex presidente della Velcofin Vicenza scomparso settimana scorsa), la partita si presenta un po’ bloccata in avvio, servono due lampi di Francesca Russo per trovare i primi punti del match. Le due squadre sbagliano parecchio nei primi 5′ di gara, forse ancora contratte dai carichi di lavoro del precampionato. Primo allungo importante che arriva, in favore delle palermitane, prima della fine del periodo, con un break di 9-0 frutto dei 6 punti dell’australiana Vanderberg e della tripla di Cupido che definisce il 15-4 con cui le ragazze di coach Coppa conducono dopo 10′.

Il secondo parziale si apre con il ‘Giulia Manzotti show‘: l’ala biancoazzurra si prodiga in interventi difensivi importanti ma soprattutto si mette in proprio con 2 triple e un piazzato dalla media in appena 3’, per l’ovazione del Palamangano e di tutta la panchina di casa. Tra le fila ospiti solo il pivot Bona tiene viva il punteggio, che però vede le toscane già lontane di 20 punti al 14′. Il Nico Basket prova a svegliarsi con la tripla di Giglio, ma dall’arco anche Palermo è implacabile e ne approfitta per chiudere di fatto la pratica già prima dell’intervallo. Ci pensano infatti le bombe di Miccio, Manzotti e Cupido, oltre ai punti in arrivo dalla panchina anche con la giovane ala Novati che si iscrive al referto con 4 punti in pochi minuti, a sigillare la prima metà di gara sul punteggio di 40-12. Una prova difensiva di assoluto livello per le atlete di coach Coppa, che lasciano le briciole alla formazione toscana, incapace a costruire azioni pericolose nella metà campo di casa.

Nella ripresa però la Nico Basket approfitta di qualche distrazione di troppo, complice qualche rotazione del coach palermitano che manda in campo anche le giovanissime Cappelli e Tumminelli, e realizzano con precisione dall’arco con Luciani e Vanucci (classe ’72) e con i piazzati di Bona, aggiudicandosi il parziale per 21-22. Le distanze tra le due squadre sono però ben mantenute grazie alla qualità offensiva di AndrosBasket, che sfrutta le due triple di Miccio e le buone giocate di Vanderberg sotto canestro e resta avanti di 25 punti. Con un ultimo periodo dall’esito di gara ormai ben definito, Coppa manda in campo anche la terza giovane in gruppo oggi, Caliò – al debutto in A2 e a referto con l’ultimo canestro della partita -, ma le toscane non mollano e ricuciono ancora le distanze, portandosi intorno ai 20 punti di scarto, mostrando anche giocate di ottima fattura con le solite Bona e Sorrentino. Per AndrosBasket è stato poco più di un allenamento agonistico, perché la vera partita è durata solo due quarti, ma la formazione di coach Santino Coppa ha già dimostrato un’ottima forma fisica e un’attitudine difensiva di assoluto spessore, da ritestare con squadre più competitive di quello che sono state oggi le toscane.

ANDROSBASKET PALERMO – NICO BASKET FEMMINILE 75- 52

PALERMO: Manzotti 13, Russo 10, Novati 8, Cappelli, Cupido 13, Cutrupi ne, Miccio 13, Verona 6, Casiglia ne, Vanderberg 10, Tumminelli, Caliò 2, Salamone ne. Coach: Coppa.

NICO BASKET: Nerini 2, Sorrentino 17, Ieri, Menchetti, Bona 18, Luciani 6, Vanucci 3, Giari, Mariotti, Pagni, Giglio 6. Coach: Tommei.

ARBITRI: Dario Di Gennaro di Roma, Sara Sciliberto di Messina.

NOTE: parziali 15-4, 40-12, 61-34, 75-52.