B FEMM. Rescifina Messina vittoriosa in rimonta sulla Virtus Trapani con 22 di Elena Marchese

Elena Marchese - Rescifina Messina
Elena Marchese - Rescifina Messina

Pronto riscatto per la Polisportiva Rescifina Messina che sul parquet amico del PalaTracuzzi completa una settimana positiva, condita anche dal successo conseguito dalla formazione giovanile under 16, cogliendo un’ulteriore affermazione con la prima squadra contro la Virtus Trapani. Nella settima giornata del campionato di serie B Femminile la squadra peloritana ha superato il fanalino di coda del girone nonostante una prestazione altalenante e centrando il quinto sorriso stagionale. Gara che inizia con il minuto di silenzio in ricordo della madre di Giulia Borgia, assente il play pattese alla quale va la vicinanza espressa da compagne e società, spentasi nel week end e Rescifina col lutto sulla divisa da gioco. Domenica i funerali con la società vicina alla sua atleta.
Nel primo quarto la Rescifina cerca d’imbrigliare il gioco ospite e la verve al tiro di Elena Marchese (quattro triple nel solo primo quarto, saranno sei alla fine per lei) spinge le compagne su un ottimo punteggio di 18-7 alla prima sirena. La partita come nelle previsioni sembra già in discesa ma la Virtus, nove le atlete a referto in riva allo Stretto e con qualche assenza tra le ragazze più esperte, riesce a ribaltare la situazione con un break di 22 punti che la issa sul 27-29 a metà gara. In questa fase la difesa della Rescifina non stringe abbastanza le maglie difensive con le ragazze di casa consapevoli del maggiore tasso tecnico a propria disposizione e facendo probabilmente fin troppo affidamento di poter risolvere la sfida in attacco.
Alla ripresa gara vibrante col merito delle ragazze di coach Cardillo nel confermarsi intraprendenti e sfruttare i 48 punti segnati sui 50 di squadra dal quartetto composto da Magaddino, Mirrione, Messana e Parrinello. Nel momento più difficile la Rescifina va sotto di cinque punti ma ha la forza di ribaltare l’inerzia e riportarsi in scia al 30′ (punteggio di 40-43).
Nell’ultimo quarto la Rescifina fa valere il pronostico, gioca con maggiore scioltezza ed ordine, trovamdo i giusti scarichi in attacco e tiri congeniali con lo staff tecnico guidato da coach Interdonato che per tutto l’incontro ha anche potuto ruotare gran parte dell’organico.
L’high stagionale di Marchese (22 punti), le doppie cifre sfiorate da Raffaele, Cosenza e Giordano spianano la strada al successo alla Rescifina che alla sirena finale vince col punteggio di 63-50 contro una Virtus combattitva e generosa. Il successo porta a meno due punti le peloritane dal duo di testa composto da Rainbow e Alma Patti. Domenica penultimo appuntamento del girone d’andata con l’impegno in casa della Trogylos Priolo prima della chiusura della fase ascendente del torneo contro l’Ad Maiora Ragusa. Due sfide che potranno chiarire maggiormente se la Rescifina può sognare legittimamente l’accesso alle prime quattro posizioni valide per i playoff.

Rescifina Messina – Virtus Trapani 63-50 (18-7, 27-29, 40-43)
Rescifina Messina: Raffaele 9, Vento 5, Denaro, Spadaro 8, Giordano 8, Marchese 22, Codagnone, Cosenza 9, Davì, Melita 2. All. Interdonato
Virtus Trapani: Lombardo 2, Poma, Lorentino, Magaddino 14, Mirrione 10, Messana 10, Anselmo, Parrinello 14. All. Cardillo
Arbitri: Puglisi e Foti