BETTING. L’allarme non è rientrato, ancora scommesse sui campionati giovanili siciliani

Lo ha evidenziato questa mattina, tramite comunicato ufficiale, anche la società Costa d’Orlando: “Nuovo campanello d’allarme per le scommesse sui campionati giovanili. La Costa d’Orlando Basket, l’anno passato, aveva già sollevato il problema, con la FIP che aveva aperto un’inchiesta federale al riguardo. Purtroppo, nonostante siano passati praticamente dodici mesi, la situazione non è cambiata. Le puntate sui tornei giovanili sono sempre possibili e anche la nostra formazione U20 viene ancora quotata“.
E noi possiamo confermarlo. Giovedì, anche la pagina Facebook di Siciliabasket è stata utilizzata come “mezzo” per conoscere il risultato della gara giocata tra Cefalù e Costa d’Orlando da parte di uno scommettitore greco che si dichiara residente in Giappone. Ed aggiungiamo, durante la pausa natalizia sono state richieste informazioni dall’estero per una gara amichevole tra due formazioni di C Silver. 
Sulla nostra pagina Facebook nelle scorse ore è arrivata, addirittura dalla Grecia, una richiesta di punteggio di un match (per la cronaca rinviato) della squadra di coach Sant’Ambrogio, messaggio subito segnalato alla federazione. Continuiamo infatti a pensare sia quantomeno inopportuno permettere di puntare dei soldi su gare che coinvolgono atleti minorenni e che sia doveroso monitorare la situazione in maniera più decisa. Ribadiamo, inoltre, la nostra posizione assolutamente contraria alla possibilità di scommettere su tutte le partite che coinvolgano formazioni giovanili, a qualsiasi livello.
Ne va della pallacanestro, che deve restare un mondo più pulito possibile a partire dal settore giovanile“.