C SILVER. Ancora un’impresa di Gravina: ribaltata la differenza canestri grazie al derby vinto contro il Cus Catania

Due settimane per dare un volto nuovo al proprio campionato. Arriva una nuova impresa per lo Sport Club Gravina di Giuseppe Marchesano che ha battuto nel più classico dei derby etnei il Cus Catania di Giuseppe Guadalupi. Il punteggio finale, 58-68, permette alla formazione gravinese di ribaltare il -8 subito all’andata e scavalcare il Cus in classifica. Gravina può iniziare a sognare i playoff.

Con ancora in mente la bella vittoria ottenuta contro la capolista Ragusa appena una settima fa, lo Sport Club fa sua la prima frazione giocata al PalaCus con un comunque aperto 14-16.
Il ritmo non è alto nei secondi 10′ di gara e solo dopo 4′ le squadre tornano a segnare, quando Spina realizza un parziale di 0-4. Vasta sbaglia e Barbera va a canestro contro tre avversari siglando il 19-25 ospite. Il time out non sortisce effetti in casa Cus, Saccà realizza il +8. Dinicola sblocca i catanesi a referto, Gravina si difende con Spina e il Cus rimane in scia con Arena. Dinicola mette il quarto punto personale per il 25-29, poi sul finire del quarto arriva la tripla di Barbera e i canestri di Lo Faro e Ferrara (27-34 a 2.10″). Gravina riesce a mantenere ancora un vantaggio rassicurante, grazie a 5 punti di fila mandati a referto da Enzo Santonocito e Barbera, valgono il +10 che manda le squadre negli spogliatoi per il riposo lungo.
Ripreso il gioco gli ospiti rubano palla e scappano in contropiede con Saccà, Cuccia risponde con la tripla (32-43 all’8′). A metà tempino Gravina raggiunge anche il +12 grazie alla tripla di Barbera. Il Cus non riesce a cambiare marcia e inerzia nella gara scivolando fino al -18, scarto ridotto solo grazie al 2 su 2 ai liberi realizzato da Lo Faro. Cosi il terzo quarto termina sul 39-55.
Aperta l’ultima frazione il Cus sorprende Gravina allungando la difesa e realizzando un parziale di 9-0 punti firmato Arena, Vasta, Mazzoleni, Cuccia (48-55). Santonocito, Ferrara e Saccà rispondono per i gravinesi costringendo i padroni di casa al time out al 6′. Lo Faro spara e segna da tre, Santonocito è una sentenza ai liberi per il 51-63. Vasta ne mette cinque in fila riaprendo la gara a 3.48″, ma con il Cus sotto di dieci ci pensa ancora una volta Santonocito dai liberi a tenere a distanza gravina (56-66). Guadalupi fa esordire Monastra nella gara, tenendo in panchina Cuccia e Dinicola che bene avevano fatto nel match. Sul 58-66 è ancora Enzo Santonocito a dire la sua, in transizione il lungo segna e chiude di fatto la contesa sul 58-68.
Lo Sport Club Gravina vince il derby e si rilancia in classifica.

 

Tabellino in aggiornamento