Esordio sulle montagne russe per la Sicily By Car Palermo, Geas vince 70-57

Francesca Russo in difesa

Il ritorno di Palermo nell’olimpo del basket femminile italiano non è coinciso con un successo, ma quello della Sicily By Car Palermo Basket è stato un esordio sulle montagne russe. La spunta con merito la Allianz Geas Sesto San Giovanni, ma le ragazze di coach Santino Coppa hanno sfiorato la grande rimonta, dopo essere state sotto nel match anche di 21 punti.

L’avvio dell’esordio delle palermitane in Serie A1 è molto convincente in difesa, costringendo a diversi errori la Geas e colpendo in contropiede con l’Mvp della passata stagione di A2, Liliana Miccio, prima a battere cassa a referto per le siciliane. La Sicily By Car concede troppe palle perse che Sesto non si lascia sfuggire, prima che in cattedra ci salga Costanza Verona: cinque i punti di fila della palermitana, fresca campionessa Europea Under 18, che fanno male alle sue ex compagne. Il 10-0 di parziale inflitto alla squadra di Coppa viene interrotto da un eccellente avvio di Cupido, ma dopo 10′ il tabellone del Palasport di Chianciano recita 19-8 Geas.

 

Santino Coppa, al ritorno nel suo orticello di casa che è la massima serie, capisce che va’ cambiato approccio, partendo dalla difesa. La zona favorisce la presenza fisica di Gatling che inzia ad alzare la voce a rimbalzo. Le cose, invece, non sembrano migliorare nell’altra metà campo dove Palermo ‘sparacchia’, chiudendo il primo tempo con un magro 28% dal campo e nessuna tripla segnata. La Geas di coach Zanotti può vantare medie leggermente più alte, con Brunner e Williams principali bocche di fuoco, ma in generale il ritmo e la forma sono quelle di un Opening Day stagionale.

 

La ripresa si apre sul 33-23 per Sesto San Giovanni che preme fortissimo sull’acceleratore, sembrando capace di poter chiudere i giochi con un quarto d’ora d’anticipo: vanno ancora a segno Williams e Brunner, con la giovane Panzera che scalda i motori, per un parziale che colpisce in profondità la SBC, sotto al 28′ di 21 punti. La scossa arriva da oltre l’arco, con Flores e soprattutto Miccio che mettono tutte insieme, nell’arco di due minuti, le prime bombe della partita delle palermitane. L’inferno, alla fine, sembra poco più di un purgatorio, con le due squadre divise da 14 punti all’alba degli ultimi 10′ di gioco.

 

Palermo resta sotto, ma di andare al tappeto non ne vuole proprio sapere con Gatling e Cupido che chiudono due giochi da tre punti, portando lo scarto a singola cifra. La Geas sembra bloccata e la retina finisce per restare immobile a lungo. Ad apparire è ancora Costanza ‘Cocca’ Verona (18 punti, 8 rimbalzi e 4 assist nella sua partita sopra le righe), che ferma l’emorragia per le sue, ricacciando indietro la sua Palermo. Da Verona a Verona è un attimo, dall’altra parte è il capitano della Sicily By Car a rispondere alla sorella con un rimbalzo offensivo che tiene viva Palermo. Gatling potrebbe portare addirittura a -4 le siciliane, ma l’azione finisce per perdersi quando ormai si era entrati nel penultimo giro di lancette del match.

 

A chiuderla, alla fine, è Panzera che ne piazza quattro di fila mettendoci in mezzo anche un recupero e regalando i primi due punti della stagione a Sesto San Giovanni. Un cuore grande non basta alla Sicily By Car, che paga non solo le poche partite nel pre-campionato, ma anche le assenze e un roster che, da incompleto com’è, ha comunque regalato ai propri tifosi un ritorno in Serie A1 da ricordare.

 

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI – SICILY BY CAR PALERMO 70-57

Geas: C. Verona 18, Brunner 12, Oroszova 3, Panzera 12, Williams 13, Arturi, Ercoli 2, Zampieri 4, Crudo 6, Botteghi. All. Zanotti

 

SBC: Russo 1, Miccio 14, M. Verona 4, Flores Costa 7, Gatling 11, Cupido 13, Casiglia ne, Manzotti 7, El Habbab, Caliò ne. All. Coppa

 

NOTE

Parziali: 19-8, 33-23 (14-15), 53-39 (20-16), 70-57 (17-18).

Falli: Geas 19 – SBC 19 Tiri liberi: Geas 14/24 – SBC 12/13

Top statistiche SBC: Rimbalzi Gatling 12