Fip Sicilia in una Torre d’avorio. Simone Barone (responsabile designazioni Sicilia): “Non rilascio dichiarazioni”

Logo Cia

La Fip Sicilia ha scelto di stringere il cerchio sulle designazioni arbitrali dei playoff di C Silver. Un orientamento preciso quello del Comitato regionale, che ha voluto mettere nero su bianco – comunicandolo alle società – i nomi dei fischietti siciliani che sono stati selezionati per scendere sul parquet e che potranno essere selezionati per arbitrare la seconda fase del primo campionato regionale siciliano. Una scelta che non ha convinto tutti, che ha spinto molti a mettere in dubbio il principio di “trasparenza” a cui la Fip Sicilia dovrebbe attenersi e parlare anche di “favoritismi” per talune società.

Abbiamo dato possibilità di replica al responsabile dell’Ufficio designazioni regionali, Simone Barone, che però ci ha risposto di “non poter rilasciare alcuna dichiarazione“.

Tra le particolarità che si sono susseguite in questa stagione una è passata praticamente inosservata, ma è destinata a finita inevitabilmente alla ribalta tramite questa scelta presa dal Comitato regionale. Uno dei fischietti designati, appartenente al CIA di Ragusa, all’inizio di questa stagione è stato retrocesso in serie D. Cambiata regione e città lo stesso arbitro è passato poi – per decisione del nuovo comitato di appartenenza – in C Silver, categoria che ha mantenuto una volta ritornato in Sicilia, senza però fosse stata ufficializzata nessun tipo di promozione.

Abbiamo chiesto ulteriori spiegazioni a Barone, che in questo ha caso risposto: “In merito non sono in grado di rilasciare dichiarazioni“.

La redazione di Siciliabasket.it si rende completamente disponibile a quanti – appartenenti al Comitato regionale – vogliano chiarire i contorni di quest’ultimi fatti emersi a campionati abbondantemente in corso.