FIP SICILIA. Sei richieste di ripescaggio in C Silver e quattro in Serie D, al momento nessuna rinuncia ufficiale

Trapelano le prime indiscrezioni sul primo campionato regionale giocato in tempi di pandemia

Anche in Sicilia la stagione cestistica 2020-2021 prova a prendere forma.

La crisi sanitaria non ha diminuito la voglia di scendere in campo, ma chiesto ragionamenti ponderati sulla sostenibilità economica delle programmazioni stagionali. In attesa di sapere, tra gli altri, se le società sportive potranno accedere al credito d’imposta sulle sponsorizzazioni, la preoccupazione trasversale è legata alla conoscenza di modi e tempi in cui ripartirà l’attività agonistica.

Ad oggi sono arrivate in Federbasket Sicilia bene sei richieste di ammissione al campionato di C Silver e quattro per la Serie D. In entrambi i casi hanno fatto domanda di ripescaggio sia le società che ne hanno diritto secondo il piazzamento della stagione 2019-2020, sia società “nuove” che la Fip regionale sosterrà qualora dimostrassero d’avere una programmazione adeguata al periodo difficile.

Ufficialmente non sono arrivate ancora richieste di rinuncia al campionato di C Silver, ma il presidente Fip Sicilia Riccardo Caruso spiega: “Sappiamo circolano indiscrezioni su eventuali scambio di titoli, ma fin quando non ci sarà ufficialità ci atteniamo ai fatti attuali. La data di chiusura delle iscrizioni del 18 agosto agevolerà tutte le decisioni necessarie“.

In Sicilia non ci sono “problemi di numeri”, ma pesa l’incertezza sulla date d’inizio della stagione 2020-2021.

Quel che ci assilla – spiega Caruso – non sono i numeri delle squadre partecipanti ai campionati di C Silver o Serie D, ma sapere quando potremo riprendere l’attività e come potremo farlo. Giorno 3 agosto durante il Consiglio Direttivo abbozzeremo delle DOAR, ma consapevoli che al momento non possiamo autorizzare neppure una competizione giovanile 3vs3. Quel che già sappiamo, invece, è che l’attività federale quest’anno peserà molto meno rispetto al passato sull’economia delle nostre società. Moltissimi passaggi avverranno in maniera gratuita o con costi estremamente ridotti e contiamo di garantire sostegno alle nostre realtà utilizzando le nostre disponibilità di bilancio e i 35 mila euro che riceveremo dalla Fip in base alla ripartizione effettuata dei 700 mila a disposizione per tutto il nostro sport. Vogliamo andare incontro alle società siciliane abbassamento le tasse gara anche in misura inferiore rispetto quanto previsto dalla FIP centrale, desideriamo che tutte paghino il meno possibile lo scotto della crisi sanitaria”.