Il Viminale smentisce il Dipartimento allo Sport, con una circolare stop a tutti gli allenamenti degli sport da contatto

E’ dichiaratamente caos per gli sport da contatto, dopo la pubblicazione di una circolare da parte del Viminale che smentisce i chiarimenti forniti nelle Faq del Dipartimento allo Sport. Questo il testo diffuso dal Ministero dell’Interno che ridiscute quanto affermato nelle scorse ore e stoppa ogni attività di allenamento per il livello dilettantistico di base, le scuole e le attività di avviamento allo sport.

Il documento e il testo.

Diversamente dal precedente d.P.C.M., per effetto del nuovo provvedimento (art.1, comma 9, lettera e), gli eventi ele competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, restano consentiti solo nel caso in cui si tratti di eventi e competizioni riconosciuti di interesse nazionale nei settori professionistici e dilettantistici.Rispetto al precedente regime, sono quindi ora oggetto di sospensione anche le manifestazioni sportive di interesse regionale. […]

[…] Per quanto riguarda, invece, gli sport di contatto, individuali e di squadra, si segnala che risultano innanzitutto introdotte (art.1, comma 9 lettera g) le medesime restrizioni già sopra evidenziate in sede di commento alla lettera e). Con la conseguenza che ora potranno tenersi solo le manifestazioni, al chiuso o all’aperto, di interesse nazionale e senza presenza di pubblico.

Inoltre, sempre per tali attività sportive si sospendono non solo le gare e le competizioni ludico-amatoriali, confermando quanto già disponeva il precedente d.P.C.M., ma altresì tutte le altre attività connesse, praticate a livello dilettantistico di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento. Sicché sono ricomprese nella generale sospensione anche le attività di allenamento svolte in forma individuale.