La Passalacqua Ragusa ne fa 100 a Battipaglia, ma perde le Fina Four di Coppa Italia

Chiara Consolini
Chiara Consolini della Passalacqua Ragusa

Prima volta a “tre cifre” nella massima serie per la Passalacqua Ragusa che ne mette 100 contro il fanalino di coda Battipaglia e conclude il girone d’andata del campionato di serie A1 Gu2toCup al quinto posto. Niente Final Four per le ragazze di coach Gianni Recupido che erano legate al risultato di Venezia-Lucca, che ha premiato le lagunari ma solo all’over-time. La classifica, al termine di questa primissima fase di campionato, vede la formazione biancoverde a 10 punti, alle spalle del terzetto formato dalla stessa Venezia, Lucca e San Martino di Lupari, mentre a quota 16, da sola in testa alla classifica, il Famila Schio. Senza storia il match di ieri pomeriggio, con Consolini e compagne che sono rimaste concentrate dal primo all’ultimo minuto di gioco e con tutte le giocatrici a referto che sono entrate, comprese Rimi, Stroscio e Bongiorno, che hanno finito anche tutte insieme. 100-49, il punteggio finale dell’incontro. “È stata una partita che siamo stati bravi a mettere sui binari giusti sin dai primi minuti – commenta coach Recupido – poi siamo andati in fiducia e ovviamente c’è stato poco da rilevare dal punto di vista tecnico. La cosa importante, però, è stata che abbiamo fatto un passo avanti dal punto di vista del gioco di squadra, e nonostante si potesse andare di iniziative personali le ragazze si sono cercate e hanno attaccato tutte insieme. Per quanto riguarda la classifica finale di questo girone d’andata, purtroppo non è dipeso da noi, ma da Venezia-Lucca e questo deve essere un monito per il proseguo del campionato, perché devi dipendere da te stesso e se in questo girone d’andata avessimo vinto una partita in più avremmo fatto la Final Four come sempre era accaduto negli anni precedenti. Se devo fare qualche prima valutazione sulle altre formazioni al termine di questa prima parte di stagione, mi viene da dire che sicuramente Lucca, nonostante abbia cambiato tantissimo, resta sempre la squadra che conserva quell’anima che le ha permesso di vincere lo scudetto lo scorso anno e dunque contro le toscane non sarà facile vincere per nessuno, e posso dire che Schio è ancora la squadra da battere, avendo giocatrici come Yacobou e Anderson che sono una spanna sopra tutte, Zandalasini che è un talento internazionale e Macchi che può dare minuti di assoluta qualità e che rappresenta un faro per le compagne”.

Sabato 9 dicembre alle 20,30, intanto, la Passalacqua Ragusa sarà impegnata a Torino nella prima di ritorno.

Passalacqua Trasporti Ragusa – Treofan Battipaglia 100-49 (28-8, 58-22, 81-37)

Ragusa: Consolini 7, Gorini 8, Valerio, Spreafico 8, Formica 13, Stroscio 4, Rimi 2, Miccoli 8, Soli 3, Bongiorno , Hamby 22, Kuster 13, Ndour Gueye 12. All.: Recupido

Battipaglia: Orazzo 6, Chicchisiola, Cremona, Miletic 13, Sasso, Trimboli 3, Policari 4, Campbell 6, Mattera, Andrè, Davis 17. All.: Lamberti