La Real Basket Agrigento e coach Francesco Anselmo si separano dopo quattro anni vincenti

Coach Francesco Anselmo

La Real Basket Agrigento e coach Francesco Anselmo si separano dopo quattro anni vincenti. La società Agrigentina e il tecnico si separano con la promessa di rivedersi presto per un altro progetto. In questi quattro anni, coach Anselmo ha portato la Real Basket tra le eccellenze del settore giovanile siciliano chiudendo il percorso con 2 titoli regionali silver con l’U19 e l’U15, il secondo posto con l’U17 eccellenza, il secondo posto in U14 regionale, il terzo posto in U17 silver e soprattutto la salvezza con la serie C composta per metà da un gruppo di U19 e l’altra metà di U17.

Oltre ai risultati sportivi delle singole squadre, ha lanciato tre ragazzi: Umberto Manzo, classe 2008, che andrà a continuare la formazione nel settore giovanile di Tortona; Adriano Bazan, classe 2006convocato dalla nazionale U16 e che proseguirà la sua formazione nella prestigiosa Don Bosco Livorno e Tomas Fernandez, classe 2006, convocato nella nazionale argentina di categoria che insieme ad Adriano Joseph, altro ragazzo del 2006, saranno aggregati nel gruppo della prima squadra della Fortitudo promossa in A2.

Adriano Joseph in braccio a coach Paolo Anselmo e insieme al genitore Alessandro Bazan accanto il figlio Adriano Bazan in una foto del 2020

La guida di coach Anselmo ha permesso alla Real Basket di essere tra le società più ambite del meridione. Negli ultimi due anni ragazzi di Licata, Ribera, Canicattì e Caltanissetta sono venuti a giocare nelle nostre squadre giovanili e tanti altri, provenienti da altre parti d’Italia, si sono proposti per raggiungerci. Questo è il risultato più importante a cui una società del settore giovanile può ambire. Adesso l’obiettivo rimane quello di trovare nuovi orizzonti, come è normale che sia dopo questi bellissimi quattro anni che, tra l’altro, ci hanno anche messo a dura prova a causa della pandemia. Siamo grati a lui per tutto l’impegno che ha profuso soprattutto nell’ultimo anno caratterizzato, per di più, da un notevole sovraccarico di lavoro. Non è stato facile seguire tanti gruppi, ma il coach è riuscito tra mille difficoltà a portare a termine la stagione con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Siamo pronti per ricominciare e il presidente Gabriele Moncada, dopo aver ripensato alla scelta di cedere in prestito i ragazzi stranieri, ci ha chiesto di continuare il cammino intrapreso lo scorso anno con la Serie C, affidando la guida a Peppone Ferlisi che sarà il nuovo responsabile del nostro settore giovanile, a cui diamo il benvenuto e che supporteremo per continuare il lavoro fin qui svolto“.