Lipari Consulting Alcamo, tutti abili e determinati per la finalissima con Adrano

Squadra e staff della Libertas Alcamo
Squadra e staff della Libertas Alcamo

Con serenità, al gran completo e con mille certezze la Lipari Consulting sta attraversando la settimana che precede gara 3 di finale, quello che decreterà una sola promozione in serie C. Normale che in questi giorni, negli occhi ma anche nei cuori di tutto il gruppo, rigiri il film di un’intera stagione, gara per gara: tante gioie, una sola amarezza, il grande pubblico ritornato al “PalaTreSanti”, gli occhi sbalorditi dei bambini, la forza del gruppo e, soprattutto, il grande obiettivo.
Proprio questo è sempre a portata di mano e, per centrarlo, bisognerà fare quello che il quintetto di coach Ferrara ha sempre fatto: giocare la sua pallacanestro, mettere il carattere in campo e vincere dinanzi al pubblico amico.
Smaltita in fretta l’amarezza per gara 2 e le sue caratteristiche, polemiche comprese, la Lipari Consulting si è rimessa sudare con serenità e determinazione. Nessun nervosismo e grande intesa fra staff tecnico, dirigenti ed atleti. Finalmente la squadra, inoltre, sta allenandosi al gran completo, dal più esperto al più giovane.
Dire che domenica prossima sarà una gara come tutte le altre – ha affermato il presidente Tanino Paglinopuò sembrare esagerato o manchevole di rispetto per gli avversari. Non è così, invece, perché i miei ragazzi hanno sempre rispettato ogni tipo di avversario e le regole dello sport. Siamo fortemente convinti – ha concluso Paglinoche si tratta dell’ultimo passo per centrare il nostro obiettivo. Anche l’intero territorio ne è convinto”.
Un’intera città e tutto l’hinterland si sono fatti nuovamente travolgere dalla passione per il “pallone a spicchi”. Il terreno, d’altro canto è fertile, perché Alcamo, per tanti decenni, è stata una delle capitali della pallacanestro siciliana.
Giovani e meno giovani si sono messi già al lavoro per addobbare il glorioso e confortevole palazzetto e per riempirlo di striscioni con scritte accoglienti e sportive. Anche i tesserati delle altre società cestistiche si stanno dando da fare per non fare mancare il dovuto sostegno alla squadra. Insomma si attende un numero di presenze, domenica, davvero da capogiro e il “PalaTreSanti” da bolgia infernale si trasformerà nel paradiso della pallacanestro siciliana.
Non mancherà la presenza di tutti i giovanissimi cestisti dei centri minibasket di Alcamo, Balestrate e Altofonte che, con le loro famiglie, verranno ad assistere alle imprese dei loro eccezionali beniamini. Una festa dello sport alla quale, dopo avere apprezzato gara 1, torneranno le autorità locali e dello sport provinciale. Attesi anche i vertici regionali della FIP e un buon numero di giornalisti.
Tutti fattori importanti ma la squadra di coach Ferrara è straconvinta di una cosa: “per centrare il grande obiettivo deve giocare la sua pallacanestro ed evidenziare, così, i reali valori delle due contendenti”.