L’Orladina parte bene, ma perde contro Pistoia. Siciliani vicini al fondo della classifica

Il giocatore turco Engin Atsur

Non si ferma la serie negativa in campionato della Betaland Capo d’Orlando, che al PalaCarrara di Pistoia non riesce a superare i padroni di casa della The Flexx nonostante un buon avvio di gara.

I toscani scappano già sul finire del primo quarto con un parziale di 14-0 che ha costretto i paladini ad una continua rimonta, che tranne in alcuni momenti di gara non sono mai riusciti ad impostare. È stato il turco Engin Atsur, più di tutti, a suonare la carica per la squadra di coach Gennaro Di Carlo, quando con un parziale di 9-2 l’Orlandina è riuscita a diminuire lo svantaggio, andando all’intervallo lungo sul -12 (46-34).

Positiva la prova di anche Mario Delas, perfetto dal campo (6/6) e protagonista assieme ai compagni del buon inizio di terzo quarto della Betaland Capo d’Orlando, arrivata fino al -9 (57-48), con una rimonta che sembrava potesse realizzarsi quando il ferro ha sputato la tripla del possibile -6 di Maynor. Da quel momento però, Pistoia ha ripreso in mano la partita, ed a questa seconda spallata i paladini non sono stati in grado di replicare.

Gli ospiti pagano dazio anche per via della serata negativa del tiro da fuori (6/23) malgrado l’impegno su entrambi i lati del campo (12 rimbalzi per Kulboka, 7 rimbalzi e 9 assist per Maynor).

Non c’è tempo, però, per fermarsi. Domani la squadra si allenerà a Montecatini, prima di partire alla volta della Lituania, dove martedì sera affronterà il Neptunas Klaipeda nella dodicesima giornata della Basketball Champions League, per poi fare rientro in Sicilia e preparare una partita di grandissima importanza contro un avversario di grande spessore come la Segafredo Virtus Bologna (PalaSikeliArchivi, 28 Gennaio, ore 18:00).

Le dichiarazioni di coach Di Carlo nel post-gara di The Flexx Pistoia – Betaland Capo d’Orlando“Complimenti a Pistoia, ha fatto una grande partita dopo un inizio non perfetto ma probabilmente dettato dalla paura. Secondo me abbiamo avuto un buon impatto sulla gara e non era scontato. Abbiamo pagato a caro prezzo qualche disattenzione di troppo. Tutto sommato anche nel terzo quarto eravamo ripartiti con una discreta convinzione. Purtroppo però non abbiamo ancora la forza mentale adatta a resistere alla “spallata” degli avversari quando provano a scappare e ci danno. Anche stasera questo è stato letale, soprattutto nella seconda parte di gara. Accumuliamo degli svantaggi che non rispecchiano il vero valore di questa squadra, ciò non toglie i grandi meriti di Pistoia. Periodi come questi bisogna saperli accettare, ma negli occhi dei ragazzi vedo determinazione e voglia di far bene per uscire da questa situazione. Siamo abbastanza arrabiati e giù di morale, ma dobbiamo avere la forza di venire fuori da questi momenti. Mi ha fatto molto piacere la prestazione di Atsur, significa che lo abbiamo recuperato. Stasera anche Delas ha fatto un eccellente gara mettendo in difficoltà, fin quando è stato in campo, i lunghi di Pistoia”.

The Flexx Pistoia – Betaland Capo d’Orlando 91-69 (27-17, 46-34, 75-53)
The Flexx Pistoia: 
Gaspardo 22 (8/10, 1/5, 3/3 tl), Della Rosa (0/1), Mian 6 (2/4, 0/2, 2/3 tl), McGee 15 (1/2, 3/5, 4/4 tl), Magro 15 (6/9, 3/3 tl), Onuoha (0/2 tl), Ivanov 3 (1/1 da 3), Laquintana 12 (6/11, 0/3), Barbon (0/1 da 3), Diawara 11 (3/7, 1/4, 2/4 tl), Moore 7 (3/8, 0/4, 1/1 tl). Coach: Esposito.
Betaland Capo d’Orlando: Alibegovic 5 (1/2 da 3, 2/2 tl), Ihring 1 (1/2 tl), Wojciechowski 7 (2/4, 0/1, 3/4 tl), Kulboka 5 (0/4, 0/4, 5/7 tl), Stojanovic 2 (1/2, 0/2, 0/2 tl), Ikovlev 10 (3/7, 1/3, 1/4), Delas 13 (6/6, 1/2 tl), Laganà ne, Maynor 6 (0/3, 2/6), Atsur 20 (6/9, 2/5, 2/2 tl), Galipò ne, Donda ne. Coach: Di Carlo.