L’Orlandina rompe il ghiaccio con il PalaFantozzi. Pesaro paga pegno battuta 73-56

La Betaland Capo d’Orlando rompe il ghiaccio con il PalaSikeliArchivi grazie alla vittoria sulla VL Pesaro per 73-56. È il primo successo in casa dei siciliani, tra campionato e BCL, nella stagione 2017-2018.

Gara un equilibrio nella prima frazione tra la formazione di coach Gennaro Di Carlo e quella di Spiro Leka. I padroni di casa distanziano Pesaro, che ha però volontà e forza per recuperare lo scarto e andare in vantaggio a metà quarto sul 10-11. In risposta il capitano orlandino Delas prova un tiro risultato “senza anima :che sfiora appena il ferro. La Vuelle invece è cinica, realizza e costringe Capo d’Orlando al minuto sul 10-13. Si susseguono gli errori, nel finale il parziale sembra arrestarlo la Betaland, ma Pesaro con Marco Ceron rimette tutto in discussione con la tripla del 15-18 che chiude la frazione.

Nel secondo quarto bastano due minuti e mezzo all’Orlandina per restituire il break ai marchigiani e spostarsi sul +3 grazie alla giocata trovata, ma non chiusa, da un ispirato Justin Edwards. Dai liberi segna Mario Irhing che prolunga il buon momento dei paladini, consolidato poi a metà quarto con la penetrazione di Struntins. Eric Mika risponde per gli ospiti, ma arriva la tripla di Mirza Alibegovic. È qui che il match cambia volto grazie a due giocate fondamentali messe a segno da un’Orlandina smaliziata: la stoppata di Arnoldas Kulboka e l’alley-oop di Edwards per Wojciechovsky che permette ai siciliani di andare negli spogliatoi sul +7 (36-29).
Nei due restanti quarti il copione non cambia, con Pesaro penalizzata da percentuali al tiro davvero irrisorie (finirà il match con il 38%). Terzo e quarto quarto sono di marca siciliana, tanto che non pesa nel finale neppure l’antisportivo fischiato a Denis Ikovlek.
La Betaland Capo d’Orlando aggiunge cosi un tassello concreto al cammino di crescita più volte invocato agli inizi di questa complessa stagione 2017-2018, ancora tutta da scoprire.

Betaland Capo d’Orlando – Libertas Pesaro 73-56

Capo d’Orlando: Alibegovic 12, Ikovlev 10, Wojciechovsky, Irhring 3, Edwards 13, Donda ne, Atsur 3, Delas 9, Strautins 4, Kulboka 7, Galipò ne, Laganà ne. All.: Di Carlo.

Pesaro: Serpilli 3, Monaldi 3, Moore 7, Bertone 9, Mika 12, Omogbo 7, Ancellotti 5, Scolazzi ne, Bocconcelli ne, Ceron 10. All.: Leka

Parziali: 15-18, 21-11, 16-9, 21-18