Maddalena Vision Palermo saluta i playoff. Torriero: “Finito il ciclo vincente dell’A3”

Ileana Aleo lascia la Maddalena Vision Palermo

L’amarezza di coach Roberto Torriero all’indomani della sconfitta della Maddalena Vision a Bologna è palpabile. L’allenatore lombardo, che in questa stagione è subentrato a Piero Musumeci, si è detto estremamente rammaricato del risultato che ha estromesso Palermo dalla corsa verso l’A1. Un 53-52 che sta stretto a staff e squadra. “Era una partita vinta – spiega l’head coach – questo ci da il dispiacere più grande. Sul più cinque abbiamo fatto degli errori troppo grandi, chiamiamoli d’inesperienza“. La lettura degli ultimi minuti dell’ultimo quarto, periodo in cui la Maddalena Vision ha dissipato il vantaggio ottenuto sulla Matteiplast dopo essere rientrata in partita nella terza frazione, è chiara: “La tripla di Giulia Manzotti è arrivata da una situazione che avevamo provato, ma se sbagliamo un uno contro zero a canestro e ci addormentiamo su un cambio sistematico che avevamo richiesto, era sintomatico qualcosa cambiasse a nostro sfavore. Il tiro finale che poteva regalarci la vittoria è stato demandato ad altri da chi aveva invece aveva maggiore esperienza“.

Torriero aveva riposto molte speranze nel passaggio del turno di Palermo, fase in cui le siciliane avrebbero incontrato La Spezia, continuando un cammino nei playoff che non sarebbe stato assolutamente un regalo della fortuna: “Perdere è stato un vero peccato, mi dispiace perchè noi avremmo potuto fare meglio di Bologna contro La Spezia. Quest’esperienza spero serva alla società per capire come strutturare al meglio la prossima stagione. Spero tutto l’ambiente prenda fiducia. Per il prossimo anno servono progetti, è finito il ciclo di vittorie dell’A3“.

Questa la cronaca di gara 3 (comunicato stampa Maddalena Vision)

Stagione finita, in Gara 3 e per un solo punto, per la Maddalena Vision Palermo: a Bologna le palermitane perdono col punteggio di53-52, con tanto amaro in bocca per un epilogo di campionato che fa molto male.

Bologna ritrova Dall’Aglio, dopo il malore che l’ha tenuta fuori in Gara 2, che con cinque punti di fila propizia il primo allungo del Progresso, 7-3. La Maddalena Vision tiene botta e pareggia coi canestri di Giulia Manzotti e Marta Verona, salvo poi beccare un altro 7-2 della squadra di Lolli con Morsiani e Nanucci protagoniste. Un canestro di Julita Bungaite chiude il primo periodo, che vede le emiliane avanti col punteggio di 14-11.

Quattro punti di Manzotti provano a cambiare spartito per la Maddalena Vision. La guardia chiude la prima metà con 11 punti, ma non bastano: Bologna lotta con grinta, specie a rimbalzo nonostante il gap in termini di stazza, con una zona aggressiva che mette in difficoltà le ospiti. E in attacco la squadra di Lolli può contare su una scatenata Morsiani, che con Cordisco lancia il primo tentativo di fuga bolognese sul 24-17. Risponde bene la Maddalena Vision che non si sfalda, nonostante il grande stato di forma dell’ala di Bologna le palermitane tengono e rimangono in partita, sebbene sotto di sei a metà gara, punteggio di 32-26.

Alla ripresa del match Bologna prova col tiro da fuori a scappare, ma la Maddalena Vision rimane attaccata con le unghie e con i denti alla partita, arrivando anche a -4 coi canestri di Elena Riccardi e Manzotti per il 36-32. La Maddalena Vision cerca disperatamente di colmare il gap e ci riesce proprio alla fine del terzo periodo con tre tiri liberi di Riccardi e due punti di Marta Verona, per un 42-41 dopo tre quarti che rimanda la serie al confronto finale, all’ultimo e decisivo parziale.

A inizio ultimo periodo la Maddalena Vision parte alla grande, sorpassando con Riccardi e trovando ritmo in difesa e attacco. Un parziale di 2-8, aperto e chiuso dalla numero 3 di Palermo, porta la squadra ospite sul 44-49 mentre il cronometro scorre verso il rush finale. Dove però Bologna dà il massimo, sfruttando anche gli errori degli avversari: Cordisco mette il -3, poi pareggia Mini con una tripla incredibile con un secondo sullo scadere dei 24”. Con l’inerzia del match dalla sua parte, Bologna mette quattro punti di margine con canestro di Cadoni e due liberi di Cordisco. Mancano 17” alla fine: su un gioco per liberare da tre Giulia Manzotti, l’esterna palermitana mette una tripla con grande sangue freddo. Dall’altra parte palla recuperata e nuova occasione per vincere per la Maddalena Vision, ma l’ultimo possesso non viene gestito bene dalle palermitane. Prova a prendersi la responsabilità Ileana Aleo allo scadere, ma la play è strettamente marcata dalla difesa bolognese e non riesce a realizzare il tiro della vittoria. Finisce 53-52 e cala dunque il sipario sulla stagione della Maddalena Vision, epilogo doloroso ma rimane comunque un’annata incredibile, piena di emozioni e soddisfazioni. Per cui ringraziare tutti, dalla dirigenza alle ragazze scese in campo, passando per lo staff tecnico, i preparatori e lo staff medico: è stata una grande avventura vissuta insieme.

Matteiplast Bologna-Maddalena Vision Palermo 53-52

Maddalena Vision Palermo:  C. Verona 6 (3/10), Ferretti 4 (2/5, 0/4), Manzotti 18 (6/8, 2/2), Riccardi 14 (3/4, 4/6, 1/9), Bungaite 6 (4/4, 1/5); Ermito (0/1), M. Verona 4 (2/2, 0/1), Aleo (0/3, 0/1) Ferrara ne, Tennenini ne. All. Torriero, Vice: Palazzolo.

(T2: 18/40, T3: 3/17, Rimbalzi: 37, Recuperi: 11, Perse: 9, Assist: 1, Valutazione: 55)

Matteiplast Bologna:  Mini 6 (3/5, 0/3, 1/4), Nanucci 6 (0/2, 0/5, 2/8), Dall’Aglio 8 (2/2, 0/1, 2/2) Morsiani 14 (4/6, 2/3), Cadoni 8 (2/4, 3/13); Cordisco 10 (3/3, 2/2, 1/3), Schwienbacher 1 (1/2, 0/2, 0/1), Occhipinti, Poletti ne, Tassinari ne. All. Lolli.

(T2: 9/32, T3: 8/21, Rimbalzi: 38, Recuperi: 9, Perse: 11, Assist: 6, Valutazione: 52)

Arbitri:  Davide Cirinei di San Vincenzo (LI) e Stefania Luporini di Lucca.

Parziali: 14-11, 18-15 (32-26), 10-15 (42-41), 11-11 (53-52).
Falli: Maddalena Vision 16 – Bologna 18. Tiri liberi: Maddalena Vision 7/8 – Bologna 11/18.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Ferretti 13, Valutazione Manzotti 17, Falli subiti Ferretti 6, OER M. Verona 1,33.