SERIE B. Green Palermo, s’interrompe la striscia di vittorie: Etrusca San Miniato espugna il PalaMangano 68-72

Giuseppe Lombardo

Cade l’imbattibilità tra le mura amiche nell’ultima gara casalinga del 2019: in un match intenso, giocato sul filo dei nervi, ha la meglio la Blukart Etrusca San Miniato per 68-72. Si ferma a sette la striscia di vittorie consecutive per il Green che mantiene comunque il quarto posto in graduatoria.

Difese col coltello tra i denti, intensità e transizioni veloci: credenziali note e proposte secondo copione fin dai primi istanti da Green e San Miniato: a farne le spese lo spettacolo in un quarto in cui si fatica a trovare la via del canestro. Il primo acuto lo piazza la Blukart che con Benites pesca il +8 dopo 7′, il Green però tiene botta e riesce a ricucire, chiudendo 12-17 alla prima sirena.

Pollone si mette in scia, Di Viccaro aggancia e Thiam effettua il sorpasso: riparte meglio Palermo dopo il mini-break, avanti +4 a metà periodo. Di fatto una fiammata che ha poca vita, perché la Blukart, trascinata da un solidissimo Caversazio, prima impatta il pari a quota 24 e poi, dopo minuti interlocutori, riapre il margine con Morciano in dirittura d’arrivo. Per il Green tanti, troppi problemi di falli: con coach Bassi costretto a centellinare l’impiego dei vari Tempestini, Lombardo e Caronna, al riposo lungo il tabellone recita 30-36.

Leit motiv acquisito e che stenta a deviare traiettoria. Green e Blukart si danno battaglia, sciorinando le loro armi migliori: difesa e transizioni veloci però di fatto si elidono, generando una gara segnata dal grande equilibrio ma senza particolari acuti. Più cinica e profonda San Miniato che, acquisito un tenue margine di sicurezza, prosegue sulla sua strada senza guardarsi più indietro: 45-51 il punteggio dopo 30′.

La vera reazione bianco-verde si manifesta in apertura di quarto: Di Viccaro non trema dalla lunetta e dopo un giro d’orologio riaccorcia sul -2, l’Etrusca incassa e replica con gli interessi, trovando in Tozzi giocate e punti preziosi che riaprono il gap sul +11 a metà quarto. Il Green raccoglie l’energie per l’ultimo assalto e con Lombardo e Minoli ricuce sul -4. Quartuccio mette la tripla dell’apparente ko, ma un indomito Di Viccaro pesca la bomba che vale il 63-68 con 2′ da giocare. La rumba difensiva comandata da coach Bassi paga i suoi dividendi con un paio di recuperi da manuale, a mancare però è la lucidità nel convertire il tutto in sede offensiva. San Miniato ne approfitta e traghetta la nave in porto con mestiere: al PalaMangano finisce 68-72, s’interrompe a sette la striscia di successi consecutivi per i bianco-verdi che rimediano così la prima sconfitta casalinga della regular season. Onore e testa alta per il Green che si consola mantenendo comunque un prezioso quarto posto in graduatoria.

Green Basket Palermo – Blukart Etrusca San Miniato 68-72
Parziali:12-17, 18-19, 16-15, 22-21.

Green Basket Palermo: Vincenzo Di viccaro 14 (1/2, 1/7), Giuseppe Lombardo 13 (4/8, 0/0), Luca Pollone 11 (2/5, 1/3), Bruno Duranti 10 (3/6, 0/0), Tommaso Minoli 5 (2/6, 0/4), Andrea Zini 5 (1/1, 1/2), Tommaso Tempestini 3 (0/2, 1/1), Madieme Thiam mame 3 (1/1, 0/0), Giuseppe Caronna 2 (0/1, 0/0), Luca Savoca 2 (0/2, 0/1), Federico Micale 0 (0/0, 0/0). All. Bassi. Ass. Vallesi e La Licata.

Tiri liberi: 28 / 33 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Bruno Duranti 8) – Assist: 6 (Tommaso Minoli 3)

Blukart Etrusca San Miniato: Edoardo Caversazio 15 (4/6, 0/1), Gianluca Carpanzano 13 (0/3, 2/8), Luca Tozzi 10 (3/6, 1/1), Emmanuel Enihe 9 (1/1, 1/3), Gioele Moretti 7 (2/3, 0/0), Alberto Benites 7 (2/5, 1/2), Renato Quartuccio 4 (0/3, 1/2), Francesco Morciano 4 (2/2, 0/1), Matteo Neri 3 (0/3, 1/3), Stefano Capozio 0 (0/0, 0/2), Federico Regoli 0 (0/0, 0/0). All. Barsotti. Ass. Miniati.

Tiri liberi: 23 / 29 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Emmanuel Enihe 6) – Assist: 12 (Edoardo Caversazio, Emmanuel Enihe 3)