SERIE D. PGS Catania batte Panormus 69-58 in gara 2, necessaria gara 3 per stabilire la promossa in C Silver

Il nome della promossa in Serie C Silver dalle finali playoff del Girone Giallo di Serie D uscirà dall’urna della decisiva Gara3. La PGS Sales Catania vince con merito il suo match casalingo, il secondo della serie, battendo Panormus Basket al Leonardo Da Vinci per 69-58. Insufficiente la prova dei palermitani, apparsi nervosi e incapaci di mettere in campo quanto fatto vedere nella vittoriosa Gara1: organizzazione e fame di vincere.

Avvio positivo per Catania, spinta sin dal riscaldamento da un caloroso e rumoroso pubblico, con i punti di Verzì e Dore. Panormus risponde con Davide Tagliareni e il gioco da tre punti di Vitale, che nel corso del quarto segna altre due triple insieme alla prima nel match di Giulio Paternò. PGS attacca con ritmo, trovando il fondo della retina con Magrì, La Mantia e Barbera per il 16-18 di fine primo quarto.

Il secondo parziale è, senza timori di smentita, quello che alla fine decide il match: Panormus si blocca offensivamente, subendo fin troppo l’intensità della zona etnea, e producendo ben sette palle perse consecutive. Dall’altra parte del campo, Barbera e compagni pungono con rapidità con il risultato che, in 10’ di gioco, Panormus subisce 16 punti segnandone soltanto uno dalla lunetta.

Il match sarebbe ampiamente aperto, prova ne è la rimonta dei palermitani sino al -1 a fine terzo periodo (41-40), ma qualcosa nelle certezze dei ragazzi di coach Rosciglione, orfani di Cerasola, Pecoraro e di Bellomonte, semplicemente si rompe. L’attacco alla zona gira meglio ad inizio ripresa, portando in dote diversi tiri a cronometro fermo che, però, Panormus non sfrutta (11/20 il totale alla fine). La Mantia nel finale di quarto regala il nuovo +4 ai suoi (44-40) con il quale si apre l’ultimo periodo.

Due involate di Barbera e un altro canestro di La Mantia in uno contro uno rimettono Catania avanti di dieci, mentre Giulio Paternò con tre triple consecutive sembra poter tenere in vita Panormus sino alla fine. Magrì e La Mantia rispondono con la stessa moneta, ma è l’intensità difensiva messa in campo per la quasi totalità del match a premiare i locali.

Termina 69-58 con la festa della PGS sotto i propri tifosi per aver pareggiato la serie che adesso, senza possibilità di appello, si sposterà nuovamente a Palermo per la decisiva Gara3 di sabato al PalaMangano.

PGS SALES CATANIA-PANORMUS BASKET 69-58
Parziali: 16-18, 32-19, 44-40, 69-58

PGS: Adamu, Genovesi 2, Barbera 11, Drago 1, Famoso, Puglisi 5, Verzì 11, La Mantia 19, Dinolfo, Musumarra, Dore 5, Magrì 15. All. Gullotti

Panormus: V. Tagliareni 5, Billitteri 2, Ranalli 7, Schifani, Vitale 16, Russello, G. Paternò 18, F. Paternò 2, Mirasola, Geraci, Castiglia, D. Tagliareni 8. All. Rosciglione